Sei qui > Home > Servizi > Disinfestazione e monitoraggio

Disinfestazione e monitoraggio

Disinfestazioni

La disinfestazione è l'eliminazione o il controllo delle popolazioni di organismi infestanti, ossia di tutti quegli organismi animali e vegetali che recano danno o fastidio agli uomini o alle loro attività.

La Nuova Prima applica diverse procedure per la disinfestazione, a seconda dell'infestante e delle condizioni particolari di ogni situazione. L'intervento solitamente è indirizzato al controllo di insetti e spesso consiste in trattamenti insetticidi mirati, chimici o biologici, atti al controllo della specie target e alla conservazione degli insetti utili.

Prima di procedere ad una disinfestazione è importante realizzare un accurato sopralluogo che tenga conto delle tipologie degli ambienti e della biologia degli insetti o microorganismi che potrebbero frequentarli o colonizzarli. Soltanto la valutazione di un tecnico esperto, sulla base di dati oggettivi, ottenuti mediante controllo visivo (individuazione diretta dell'infestante, o indiretta attraverso la rilevazione delle sue tracce), l'utilizzo di apparecchiature di rilevazione tencologicamente avanzate o la valutazione del numero delle catture attraverso impianti di monitoraggio costruiti ad arte e composti da apposite trappole innescate con attrattivi (alimentari o feromoni), consentono di poter intervenire sul controllo degli infestanti, optando per la metodologia migliore.

A seguire, una breve trattazione che esprime più in particolare quanto proposto da Nuova Prima per il monitoraggio ed il controllo degli agenti infestanti di origine animale nelle industrie alimentari, il comparto sicuramente a più alto rischio delle loro pullulazioni.

Infestanti dell'industria alimentare (Roditori, Insetti striscianti e volatori)
Nuova Prima s.r.l., sotto il controllo dei relativi enti certificatori preposti alla valutazione periodica del suo operato, ha sviluppato un protocollo per il pest control in linea con quanto richiesto dalle direttive contenute nel sistema HACCP e dalle principali certificazioni di qualità (IFS, BRC) che regolano il mercato degli alimenti in Italia e all'estero.

L'obbiettivo è quello di fornire ai nostri clienti un servizio completo ed aggiornato di monitoraggio e controllo delle specie animali in grado di infestare l'interno e l'esterno degli stabilimenti, con la costruzione di un calendario di interventi che assicurino la costante salubrità della produzione.

Per ogni singolo infestante, appartenente ad una specifica categoria (roditori, insetti alati, insetti striscianti), viene approntata una rete di monitoraggio rappresentata da specifici dispositivi in grado di misurarne la pressione di infestazione. Se dai controlli di routine si verifica un superamento delle soglie di accettabilità, segue poi l'analisi di eventuali azioni correttive, spesso comprendenti degli interventi di disinfestazione.

Ad esempio, il posizionamento degli erogatori di esche rodenticide ha la duplice finalità di valutare l'attività murina negli spazi esterni degli stabilimenti produttivi e di assicurare un contenimento della popolazione, grazie alla mortalità derivata dal consumo delle esche avvelenate. Oppure al ruolo di cattura massale assicurato dalle trappole elettroluminose per il monitoraggio degli insetti alati, posizionate questa volta all'interno delle strutture per misurarne l'abbondanza ed evitare le pullulazioni di specie importanti anche sotto l'aspetto igienico-sanitario come molti ditteri della famiglia dei muscidi.

Tra gli insetti striscianti poi, gli scarafaggi o blatte sono un'altra categoria di Esapodi che maggiormente preoccupano per la loro capacità di veicolare microorganismi anche patogeni e per la voracità con la quale possono attaccare le derrate. A tal fine i protocolli prevedono tempestivi interventi di disinfestazione nel caso del rilevamento della loro attività nel locali produttivi. Per il loro monitoraggio, speciali trappole consentono la loro cattura e portano i tecnici Nuova Prima a soppesarne la pressione di infestazione di modo da consigliare al committente le modalità di intervento più idonee per evitare sgradevolissime pullulazioni.

Nel caso dei coleotteri e/o lepidotteri in grado di attaccare le derrate alimentari, verificata la presenza nuclei di infestazione all'interno dei magazzini o dei locali produttivi grazie alla rete di monitoraggio, i tecnici Nuova Prima potranno intervenire con le tecniche di disinfestazione più idonee a garantirne il controllo, sempre con la premessa di evitare la contaminazione degli alimenti, ricorrendo come per ogni altro caso all'uso delle sostanze attive regolarmente registrate per l'utilizzo nelle industrie alimentari. Di seguito, si ricordano brevemente le diverse specie di Roditori Muridi ed Insetti oggetto di monitoraggio e controllo nelle industrie alimentari:

1) Roditori: le specie più comunemente osservate dentro e fuori gli stabilimenti produttivi sono quelle cosiddette sinantrope e dunque il ratto dei tetti (Rattus rattus), il surmolotto (Rattus norvegicus), il topo domestico (Mus musculus domesticus).

2) Insetti striscianti: accanto alle comuni specie di Blattoidei registrate durante la nostra pratica operativa Blatta orientalis, Periplaneta americana e Blatella germanica, numerosi possono essere i casi di infestazione da Formicidi, tra i quali principalmente Linepithema humile e Pheidole pallidula. A questi Esapodi si aggiungono le specie tipicamente presenti nelle derrate alimentari tra le quali i Coleotteri come Stegobium paniceum, Tribolium castaneum, T. confusum, Sitophilus orizae, Sitophilus granarius, Lasioderma serricorne, Orizaephilus surinamensins, oltre a mole specie di secondaria importanza per la loro frequenza e pericolosità, che comunque possono sporadicamente ritrovarsi in questi tipi di ambienti come le forficule o Artropodi come gli Oniscidi.

3) Insetti alati: In questa categoria possono rientrare numerose specie di Ditteri, alcuni di importanza sanitaria come Muscidi, Calliforidi, Piofilidi, i Lepidotteri delle derrate come Plodia interpunctella, Ephestia spp., Sitotroga cerealella, gli Imenotteri Vespoidei come Vespula germanica o Polistes gallicus.

Particolare di trappola elettroluminosa per il montitoraggio e la cattura massale degli Insetti Volatori (Foto Nuova Prima). Tribolium confusum (Tribolio) osservato al microscopio digitale. Comune nelle farine ed altre derrate polverulente come il congenere T. castaneum (Foto Nuova Prima).

Caratteristica dentellatura laterale del pronoto di un esemplare di Orizaephilus spp. (Silvano) osservato al microscopio digitale. Questo coleottero delle derrate preferisce attaccare semi o farine già precedentemente oggetto di danno da altre di specie comuni della filiera come i triboli (Foto Nuova Prima).

Monitoraggio Disinfestazioni Monitoraggio Monitoraggio
Monitoraggio Blatte Monitoraggio ratti e topi Monitoraggio volatori
  • Insetti volatori
    • Gli insetti volatori – zanzare, pappataci, vespe, mosche, mosconi, etc. – costituiscono uno dei maggiori fastidi per l’uomo oltre a rappresentarne un’importante rischio per la salute. La biologia degli stessi, abbinata alle loro abitudini comportamentali, alimentari, riproduttive e sociali, li trasformano in pericolosi coinquilini degli spazi normalmente frequentati o abitati dall’uomo.
      Le zanzare e i pappataci, aldilà della loro fastidiosa presenza e della dolorosa puntura, diventano in non rari casi, vettori di malattie di difficile cura, che colpiscono sia l’uomo sia animali domestici o da reddito. Le mosche e i mosconi sono allo stesso tempo un fastidioso inquinante dei cibi che vengono resi insalubri dalla loro attività ed alcune specie in particolare costituiscono un doloroso problema per gli animali. La loro presenza viene rilevata direttamente a vista, oppure mediante monitoraggio. Ad esempio, per le mosche e i mosconi si utilizzano lampade trappola a luce UV che hanno un forte potere attrattivo su questi insetti, potere esponenzialmente aumentato dall’utilizzo di collanti feromonici. Questi prodotti rivelano grande attenzione anche per la componente estetica: la Nuova Prima utilizza soltanto prodotti dal design compatibile con le strutture architettonicamente più importanti, cercando di garantire il massimo rispetto degli arredi e degli ambienti e proponendo soltanto prodotti la cui funzione appare impercettibile per i non addetti ai lavori. Sono ormai un ricordo i sistemi che “friggevano” l’insetto provocando un terribile rumore e un insopportabile odore; le lampade da noi proposte sono quanto di meglio proponga il mercato.
      Particolari disegni a sezioni reticolate permettono un rapido conteggio delle catture, determinando l’eventuale superamento delle soglie di tolleranza che rende necessario procedere a disinfestazione degli ambienti. Valutando l’ambiente da disinfestare si utilizzerà il principio attivo e la formulazione più adatta per eliminare l’infestante sempre nell’ottica di ottenere il miglior risultato che la tecnica e l’esperienza permette in materia, recando il minor turbamento alle normali attività produttive o sociali dei clienti.

  • Insetti striscianti
    • Gli insetti striscianti e gli artropodi di interesse sanitario – zecche, pulci, cimici dei letti, blatte, - costituiscono un gravissimo rischio per la salute umana. Alcuni tra questi, zecche, pulci, cimici dei letti, pungono l’uomo per nutrirsi del sangue, altri sono igienicamente insopportabili, come le blatte, o si presentano in quantità tali da non essere tollerate (formiche).
      La loro presenza, solitamente rilevata a vista, comporta necessariamente una disinfestazione. Per zecche e pulci si agisce con un trattamento insetticida sugli ambienti solitamente frequentati dagli animali domestici che li ospitano.
      Le cimici dei letti si rifugiano e si nascondono dietro mobili e letti, e in tutte le fessure disponibili, per cui è difficile raggiungerle con l’insetticida. Per questo vengono utilizzati fumiganti che hanno la capacità, diffondendosi nell’ambiente chiuso, di raggiungere tutti gli anfratti. L’alternativa ecologica che non prevede l’uso di insetticidi è la disinfestazione criogenica: un getto di azoto liquido a temperature bassissime permette di uccidere tutti gli stadi vitali degli insetti, anche quelli più nascosti.
      Avanzati sistemi di rilevamento elettronico permettono ai tecnici della Nuova Prima di individuare le cimici dei letti e di poter così intervenire rapidamente in modo risolutivo. L’intervento per le blatte, al fine di non essere vanificato, deve essere predisposto secondo determinate cadenze e gli insetticidi, in composizione liquida o gel, devono essere applicati con altissima professionalità per poter mantenere sotto controllo l’infestazione. Questi insetti, infatti, costituiscono uno dei principali problemi delle attività di ristorazione (ristoranti, bar, alberghi, mense scolastiche, ospedali, cliniche, navi, yatch, etc.) e delle cucine in genere; alla luce di questo la Nuova Prima consente una flessibilità oraria che riesce a trovare sempre il miglior compromesso con le esigenze del cliente.

  • Insetti delle derrate alimentari
    • L’industria alimentare in genere, e le derrate alimentari nello specifico, rappresentano per la Nuova Prima una componente essenziale di stimolo nel lavoro di ricerca e di formazione continua. Garantire la salubrità degli alimenti, a partire dai luoghi di produzione e di stoccaggio, significa contribuire in modo essenziale alla salute dell’uomo: questa è la mission principale dell’azienda.
      L’industria alimentare, dalla produzione alla trasformazione, vive sotto l’attacco continuo di numerose specie infestanti, a volte di importante interesse sanitario. Queste possono essere presenti o manifestarsi in qualsiasi momento del percorso che li porta fino alle nostre case quando non si sottopone la filiera ad un rigido e professionale controllo in tutte le sue fasi: produzione, stoccaggio, trasformazione, confezionamento, trasporto, conservazione. Una leggerezza commessa in uno qualsiasi di questi momenti può essere fatale, a volte, per la conservazione di alcuni alimenti che vengono così deteriorati, altre volte per la salute del consumatore; in non pochi casi l’azione di questi agenti può provocare danni di immagine economicamente incalcolabili per le aziende. Oltre alle blatte, i principali infestanti delle derrate sono i coleotteri (punteruoli, triboli, cappuccino, silvani, ecc) e i lepidotteri, le cosiddette tignole, senza dimenticarci dei ratti e dei topi.
      Tutti questi infestanti causano, così come si è detto, sia danni diretti, dovuti al consumo delle derrate, sia indiretti, dati dalla contaminazione delle materie prime con esuvie, escrementi e parti di insetto, che si possono ritrovare anche nel prodotto finito. La loro presenza negli alimenti è intollerabile, e i sistemi di autocontrollo (HACCP) e le certificazioni di qualità (BRC, IFS) impongono la loro totale assenza negli impianti produttivi. Per tenere sotto controllo questi infestanti, ed eventualmente intervenire tempestivamente, occorre predisporre un efficace sistema di monitoraggio che prevede l’avvistamento diretto degli insetti o indiretto attraverso le loro tracce (spoglie, esuvie, ecc) e l’utilizzo di trappole specifiche ad attrattivi alimentari e feromonici. Se viene evidenziata la loro presenza si procede alla disinfestazione degli ambienti interessati. A volte una errata valutazione del costo/opportunità porta i dirigenti di importanti ditte, così come gestori di attività di ristorazione o di vendita di prodotti alimentari, a preferire il fai da te o l’affidarsi a ditte non certificate (apparentemente più economiche o amiche) esponendo le proprie fortune al rischio di non rare situazioni che potrebbero danneggiare irrimediabilmente la loro immagine.
      I tecnici della Nuova Prima hanno seguito e continuano a seguire i più avanzati corsi specializzanti (Brc, Ifs, 11381, etc.) in materia e la ditta si approvvigiona dei più nuovi ritrovati di attrezzature e prodotti, che prima di essere proposti ai clienti, vengono testati dall’azienda, in modo da fornire sempre il metodo più sicuro presente sul mercato. La Nuova Prima Srl è stata la prima azienda del settore ad essere certificata UNI 11381 per il monitoraggio insetti nel settore alimentare: un percorso intrapreso per essere ancora più competenti nella consulenza e nei servizi che ogni giorno vengono forniti ai clienti.

  • Trattamento antitarlo
    • I tarli sono coleotteri che si nutrono di legno. I danni sono provocati in genere dalle larve, che vivono per più anni all’interno di mobili o legnami in opera scavando gallerie.
      In alcuni casi il danno è solamente estetico, dovuti ai fori che questi insetti praticano per fuoriuscire dal legno quando il loro sviluppo è completo, ma in altri casi, come ad esempio quando vengono attaccate travi in legno, il danno può riguardare la struttura, comportando rischi di crollo. La loro presenza è rilevabile dall’avvistamento dei fori di sfarfallamento o della rosura che fuoriesce da questi, oppure dal tipico rumore prodotto durante il rosicchiamento. I trattamenti antitarlo più efficaci prevedono l’utilizzo delle microonde o delle atmosfere modificate.
      La Nuova Prima possiede i mezzi per poter effettuare i trattamenti antitarlo a domicilio, potendo intervenire così anche su strutture fisse (travi, tetti in legno). I mobili possono essere trattati sia in sede che a domicilio.

 

I Nostri Interventi
Derattizzazioni

Derattizzazioni

Interventi di derattizzazioni mediante ispezioni e trattamenti di routine.
Periodicamente i nostri tecnici...

Disinfestazioni

Disinfestazioni

Applichiamo diverse procedure per la disinfestazione, a seconda
dell'infestante e delle condizioni...

Disinfezioni

Disinfezioni

Utilizziamo, a seconda dei casi, disinfettanti a base di cloro, iodio, sali quaternari d'ammonio, polifenoli...

Dissuasori Colombi

Allontanamento volatili

Proteggiamo le abitazioni, i palazzi ed i monumenti dai danni provocati dai colombi applicando...

Diserbi

Diserbi

Utilizziamo pe ri diserbi sia sostanze chimiche idrosolubili che attrezzature meccaniche...

Trattamenti Fitosanitari

Trattamenti Fitosanitari

Effettuiamo trattamenti sulle alberature cittadine che ospitano spesso colonie di insetti, che con la...